Dante, uno degli ultimi pescatori di Bocca D'Arno, come tutte le sere, armato il peschereccio, cala le reti e va a dormire. Attraverso il sogno ripercorre la storia di Pisa in epoca medievale, facendo tappa nei luoghi della città a lui più cari. E' un viaggio onirico attraverso il fiume Arno. L'acqua come elemento principale che serviva da un lato a proteggere i confini della città, rendendola quasi impenetrabile; dall'altro a collegarla a nuove culture e nuove conoscenze, importate attraverso la navigazione. Conoscenze che hanno permeato il pensiero scientifico moderno come è avvenuto per la numerazione araba.
Durante il percorso Dante incontrerà due ricercatori di spicco; il Prof. Piero Pierotti uno dei massimi esperti e studiosi della Piazza dei Miracoli, e il prof. Pietro Armienti, colui che nel 2015 ha scoperto la serie di Fibonacci nell'intarsio decorativo sulla facciata della chiesa di San Nicola. Due studi, apparentemente distanti, che convergono in un unico principio: a Pisa la conoscenza veniva trasformata in risorsa. Una storia avvincente in cui arte, cultura, scienza e religione si fondono in maniera indissolubile.

Dante, one of the last fishermen of Bocca D'Arno, like every evening, armed the fishing boat, drops his nets and goes to sleep. Through the dream he traces the history of Pisa in medieval times, stopping off in the places of the city most dear to him. It is a dreamlike journey across the Arno river. Water as the main element that served on the one hand to protect the city limits, making it almost impenetrable; on the other hand to connect it to new cultures and new knowledge, imported through navigation. Knowledge that has permeated modern scientific thought as has happened for the Arabic numbering.
During the journey Dante will meet two leading researchers; Prof. Piero Pierotti one of the leading experts and scholars of the Piazza dei Miracoli, and prof. Pietro Armienti, who in 2015 discovered the Fibonacci series in the decorative inlay on the facade of the church of San Nicola. Two apparently distant studies that converge in a single principle: in Pisa, knowledge was transformed into a resource.
A compelling story in which art, culture, science and religion come together in an indissoluble way.